Manifestazioni

la_statua_di_san_oto5-6 gennaio Canti di questua (attualmente in disuso).
16 gennaio S. Antonio Abate protettore degli animali, i devoti fanno lessare granturco e grano detti “Ciciariell” che vengono dati in pasto agli animali, come simbolo di protezione e liberazione da tutti i mali (lessata dei “ciciariell).
19 marzo S. Giuseppe è devozione della gente del luogo ospitare tre persone raffiguranti la “Sacra Famiglia”, e dar loro da mangiare la “Minestra” consistente in diverse pietanze, prive di carne.
12 giugno Si allestiscono falò in onore di San Antonio di Padova.
25 giugno Si ricorda la caduta di un fulmine (25 giugno 1888) che divelse parte del torace e due dita del bambino della statua della Vergine delle Grazie.
29 luglio Solennità di San Ottato.
30 luglio Solennità della Madonna delle Grazie.
31 luglio S. Oto (festa patronale).
1-21 agosto Estate castelbottaccese.
22-23 agosto Festa e fiera in onore di Santa Giusta giornate dedicate al culto della Santa presso la cappella rurale omonima e suggestiva fiaccolata con riti religiosi nel paese.
21 settembre San Matteo (ora solo festa liturgica) In tale ricorrenza, animali e mezzi agricoli, adornati di prodotti della terra, offerti poi alla parrocchia, sfilavano davanti alla cappella di S. Rocco, in segno di ringraziamento della buona annata e di scampato pericolo, ricevendone la benedizione.
25 novembre Santa Caterina (con fiera per le vie del paese)